PASSIONE DI ZUCCHERO …ZUCCHERA I TUOI EVENTI e PIRATEGGIA ANCORA!

Ok…mi rassegno: ormai riesco solo più a postare di domenica.

Tante, sempre tante cose da fare. E  meno male, direi.

Intanto: sono arrivate le brocheure di …PASSIONE DI ZUCCHERO. Vi piacciono?1BROCHEURE PASSIONE DI ZUCCHEROPer chi ha necessità, per le comunioni e le cresime, di fare le bomboniere, i cartoncini e il catering con noi, per cortesia pensateci un pò velocemente perchè iniziamo a essere pieni che poi mi dite la data ed è…occupata.

Ovviamente la soluzione la troviamo…ma ho solo due manine per farvi le cose carine carine e zuccherose come piacciono a voi. Quindi chi ben inizia…

Mi chiedete se faccio i TABLEAU DE MARIAGE: SI. Ve li costruisco e ve li decoro.

Mi chiedete se per una cerimonia,  SISTEMO I NOSTRI AMICI PELOSETTI: ebbene si. Faccio anche di queste pazze cose. Sempre tenendo conto della loro indole e predisposizione, ci mancherebbe, eh!

Il nostro l’ho portato al matrimonio di un nostro Chef a Settembre, con un papillon che anche i carlini di Valentino gli avrebbero invidiato. Infatti è stato super fotografato dal fotografo ufficiale degli sposi e …finito dritto ( di diritto direi io, eh eh  ) nell’album di nozze! :) )

Mi chiedete se PREPARO I FIOCCHI PER LE NASCITE: anche qui la risposta è si.

Mi avete chiesto se per situazioni particolari PREPARO I MENU’, GLI INVITI, I RINGRAZIAMENTI SCRITTI A MANO…SI. Vi posso preparare anche un coordinato in questo genere, con  china e pennino,  in quella che una volta si chiamava …CALLIGRAFIA (= bella grafia).

Le torte per i compleanni a tema, come vi ho già scritto, le preparano gli Chef/ Pasticcere dopo che l’abbiamo studiata insieme a seconda dell’occasione. Sapete anche quindi come la penso per  la pasta di zucchero: sì…ma con moooollllta  parsimonia ;D che a me lo spreco …BBBBRRRRR…mi fà un pò venire i brividi. Quindi se paghi, è giusto che la torta te la mngi tutta e non a 3/4.

Per la CONFETTERIA  se avete in testa qualcosa di particolare, vi prego sempre di dirmelo prima, perchè  la bacchetta magica l’ho anche ordinata, ma ci vuole un pò prima che mi arrivi ( soprattutto se non faccio la brava, mi sà che non me la inviano,,,ufffaaa!).

Quindi, per informazioni,   potete scrivermi qui: [email protected]

Finiti alcuni chiarimenti, vi posto le foto del compleanno di domenica scorsa di…CAPITAN NICCOLO’: 6 ANNI DI PIRATESCA AVVENTURA.

Quest’anno vedo che i pirati vanno per la maggiore, considerato che anche le bambine mica scherzano.

Scelto il tema, ho preparato i bigliettini di invito, rifiniti con il nastrino in raso nero

bigliettinoquindi sempre in coordinato, ho preparato il vascello che, riprendeva i motivi del bigliettino di invito e i coni per servirsi  i pop – corn.

vascelloconiho costruito il festone  HAPPY BIRTHDAY.

FESTONEPoichè con la mamma abbiamo concordato che, a fine della festa il festeggiato avrebbe dato un pensierino alla sua ciurma, ecco le carmelle del capitano con i suoi ringraziamenti

CARAMELLEEd ecco la torta: paura, ehhhhhh?!tortatorta 2Questo il risultato nell’insieme. Per l’assalto finale che, mi hanno poi riferito, pare sia stato particolarmente  “golosesco”; mancavano le ultime preparazioni in arrivo dalla cucina.

finitoBhè, mi pare che  per quest’anno,  i pirati li rispediamo  ai caraibi.
Passato carnevale, iniziamo a temperare il cioccolato.

Per le uova…ov course! ;) )

PICCOLI TOPOLINI CRESCONO

COMPLEANNI

Eccomi, eccomi. Chiedo scusa per questa assenza. Sono stata un pò più presa del solito.

Tra i corsi, le organizzazioni varie degli eventi, cerca di qui, cerca di là,  quel colore non si sposa bene con quello, proviamo con questo…insomma. Uuufffffff, siamo a domenica e   di riposare non se ne parla, che stò già preparand le cosine per il prossimo evento e un preventivo.

Vabbè dai…

Questo mese, pare che la banda Disney furoreggi: due compleanni di due topolini di 1 anno. Tema appunto…TOPOLINO per il bimbino e MINNIE per la bimbina.

Il dilemma comune è stato, torta di compleanno con pasta di zucchero si o no?

Personalmente, consiglio per il no. Peraltro contro i miei interessi, sia economici che di tipo corsuali.

Mi spiego: in questo momento c’è un bel fiorire di torte e tortine in pasta di zucchero. Ma obiettivamente, a parte il costo della mano d’opera, del lavorone dell’ artista, del materiale,  e del costo finale…trovo che le torte in pasta di zucchero siano… stucchevoli.

Piuttosto,  molto meglio una torta a tema (che si può fare comunque, basta avere un pò di creatività) che sia fatta bene e con materie prime di qualità, buona,   decorata e allestita sapientemente,  con leggerezza, anche con la pasta di zucchero, ma che si possa asportare, togliere, per potere preparare le fette da servire. E possibilmente per poterla mangiare tutta senza alcun timore.

Non c’è niente di peggio,quando a una festa, ti chiedono a raffica:

ma si mangia?

ma è buona?

ma i coloranti?

oooddddiiiiooooo questo pezzo è nero, verde fosforescente, rosso… perche?

E perchè? Perchè è stata scelta cosi…Signò…! (io poi, sempre Madame a risponedere a ‘ste timorate di Dio. Non mangiarla se non ti fidi, no?)

E qui è l’inconveniente più grave: alla fine, le timorate di Dio, mica hanno tutti i torti. Quando finisce il servizio e vedo  i piattini dove è stata servita la torta in pasta di zucchero, li trovo sempre con la fetta quasi intera, appena spiluccata e abbandonata.

Bello l’effetto scenico ma…finita, li.

A casa mia si chiama spreco.

Da mangiare ce ne vuole un’altra.

Non voglio dire…ma ci pare? Direi di no.

Quindi con noi, solo torte vere, belle, alte, spumose, cioccolatose, pannose, bellllllle con quaranta  L e BBBBBBBBuone da leccarsi i bafffoni!

Per esempio per le due torte dei bambini, ho dato indicazioni al pasticcere per la costruzione  dietro  disegni precisi.

Nel caso della torta della bimba, la la pasta di zucchero, l’ho usata solo per rifinire con i piccoli pois, a richiamare i pois del vestitino di Minnie,  la torta centrale e le due laterali. Quindi con un filo di pasta avanzata, ho ricamato il nome e l’età.

Nel caso invece del compleanno di Mattia, in cui si è scelto come tema Topolino, la torta è stata fatta seguendo la sagoma del personaggio, mentre i cupcake avevano le orecchie di Topolino in pasta di zucchero, che al momento della consumazione, bastava sfilare e mettere da parte.

Ho provveduto poi, a creargli una struttura personalizzata da accompagnare accanto alla torta e ai cupcake.

Semplice, tutto commestibile, di grande effetto e …con un occhio al budget.

Ovviamente, se ritenete di volere ugualmente una torta in pasta di zucchero, ve la prepariamo. Sapete che abbiamo la cake design, che può farlo.

Ma se mi chiedete un consiglio, preferisco allestirvi  la festa a tema, puntando su tutto, invito, piatti, sacchettino per gli invitati con il piccolo omaggio con cui li congedate,  e non solo sulla torta.

Applicare il bello, il decorativo, a tutto tondo,  non concentrandosi solo su una cosa in particolare, fà si che tutto sia più armonioso, ci sia un movimento colorato che  crea un ambiente caldo e invitante.

Sono contenta perchè si sta verificando un bel passaparola  e un bel riscontro: abbiamo molte richieste  ed sempre bello, a fine lavoro, quando entra il festeggiato, vedere  lo stupore.

Ricordatevi che si possono fare le cose con giusto, garbo, senza avere chissà quale budget. Talvolta, credetemi, basta un fiocchetto al posto giusto e…il gioco è fatto.

Abbiate quindi pazienza se riesco a postare e tenervi aggiornati tra una cosa e un’altra.

Mi chiedete sempre le ricette nuove…mamma mia. Spero di caricarvele al più presto.

Abbiate fiducia…ce la posso fare!

Buona domenica ;) )

COMPLEANNI 2COMPLEANNI 3COMPLEANNI 4

 

PIRATESSE ALL’ ARREMBAGGIO

Mamma che paura e che spaventi!

Spade, uncini, cannoni…di coriandoli!!!

Ma noooo… qui c’è gente che si diverte alla grande:

Viola 5 ANNI professione PIRATESSA.

Il suo compleanno, festeggiato ovviamente con noi.Visto che roba?

Il luogo era segretissimo, ma a me, in via del tutto straordinaria,  la piratessa Viola, me  l’ha confidato affinchè le preparassi la nave come si deve. :D

Tutta rosa e pois: non è deliziosa?

Che poi, mi domando…ma una volta non erano i mascheitti che giocavano ai pirati? Mhhhaaa.
Festicciola riuscita, pensata e ripensata. Un pò laboriosa, ma veramente simpatica.

Leccornie in abbondanza per soddisfare la ciurma arrivata, pronta  a battersi sino all’ultimo pop corn…e tanta tanta allegria. Come sempre nelle festicciole dei bambini.

Ah, già, scusate… questa non è una bambina. E’ UNA PIRATESSA DI 5 ANNI!

(ma voi, una piratessa, l’avete mai conosciuta?…io si, e che sagoma che è!;)

INVITO PIRATESCOFOTO FESTA PIRATIFOTO PIRATI 2

TEATIME!

 teatimeFOTO

Buongiorno, stamane piccoli suggerimenti per un TEATIME di oggi pomeriggio.

Dai, che sono già troppo avanti e non vedo l’ora che siano le …FIVE O’ CLOCK! :) ( ed è solo giovedì… uuuuhhhmamma).

Allora un paio di regolette per fare del the delle cinque, un momento chiccoso.

Occorente:

  •  Innanzitutto, due le miscele culto: Earl Grey (tè nero con accento di bergamotto) e Breakfast (solo tè neri).

 

  •   A differenza della cultura orientale quella inglese è più spiccia:  un tavolino tondo e musica  in sottofondo creano già atmosfera.

 

  •   La tazza da tè è una tazzina: quindi piccina e di porcellana fine con piattino coordinato.

 

  •   L’argenteria è essenziale: dalla teiera dove riposano le miscele alle posate per servire-assaggiare i dolci.

 

  •   In un altro post vi avevo illustrato di pasticcini & cioccolatini per accompagnare il the. In questo caso, il tea time ha i sapori intensi di scones (panini dolci imburrati) e shortbread (biscottini secchi).
  •  Infine, sul tavolino di un tè all’inglese non possono mancare mai zucchero, latte e tovagliolini di lino…W I PICCOLI LUSSI ;) )

Ed ecco alcune ricette. Oggi, se avete voglia, e tempo (!!!),  provate:

LA RICETTA DEGLI SCONES CON MARMELLATA

Ingredienti: 250 gr di farina, 60 gr di burro, 150 ml di latte, 1 bustina di lievito per dolci, 1 cucchiaino di zucchero, 1 uovo.

Preparazione: In una ciotola mettete la farina setacciata, aggiungete un pizzico di sale e lo zucchero. Tagliate a dadini il burro e lasciatelo ammorbidire a temperatura ambiente e quando sarà lavorabile aggiungetelo al composto. Cominciate ad impastare con le mani e alla fine aggiungete il latte a temperatura ambiente in cui avrete fatto sciogliere il lievito per dolci. Continuate ad impastare con le mani fino a quando tutti gli ingredienti saranno bene amalgamati. Stendete l’impasto aiutandovi con un mattarello dello spessore di circa 2cm e con un bicchiere tagliate dei dischi di impasto. Posizionate gli scones su una teglia coperta con carta da forno e spennellateli con un l’uovo sbattuto. Infornate gli scones a 220 gradi per 15 minuti circa: una volta cotti sfornateli e lasciateli intiepidire. Serviteli con burro, marmellata, cioccolato o con una pallina del vostro gusto di gelato preferito!

 LA RICETTA DEGLI SHORTBREAD

Ingredienti: 100 gr di zucchero, 200 gr di burro, 300 gr di farina di frumento, un pizzico di vaniglia (anche in polvere andrà benissimo), un pizzico di sale

Preparazione: In una terrina, mettete il burro ben ammorbidito, la farina, lo zucchero, il sale, la vaniglia. Mescolate e amalgamate tutto fino ad ottenere impasto solido e farlo riposare per mezz’ora in frigo. Foderate una teglia tonda di carta da forno e stendere l’impasto nella teglia in modo da lasciarlo alto di circa 2cm. Tagliate a croce il disco di pasta e dividete in due i 4 grandi spicchi ottenuti. Praticate dei buchi in superficie e spolverate leggermente la superficie di zucchero semolato (o di zucchero a velo se preferite). Infornate a 160° per 30 minuti (fino a quando non saranno ben dorati in superficie).

 LA RICETTA DEI CUPCAKES RED VELVET

Ingredienti: 57 gr di burro150 gr di zucchero1 uovo125 gr farina tipo 001/4 di cucchiaino di lievito1 cucchiaino di sale1 cucchiaino di cacao amaro, 1 cucchiaio di colorante rosso 120 ml di latticello1/2 cucchiaino di aceto di vino bianco1/2 cucchiaino di bicarbonato.

Per il Cream Cheese Frosting: 227 gr di formaggio cremoso, 1 bacca di vaniglia, 60 gr di zucchero a velo, 160 ml di panna da montare.
Per la decorazione pasta di zucchero rossa

Preparazione: In una ciotola amalgamate la farina, il lievito, il sale e il cacao. Nella planetaria con frusta piatta, montare il burro e lo zucchero fino ad ottenere una crema. Aggiungere poi un uovo. Preparate il latticello mescolando il latte intero con qualche goccia di succo di limone. Diluite il colorante rosso nel latticello. Versate il composto dentro l’impasto di burro e uova, alternandolo alla miscela di farine. Mescolate il bicarbonato e l’aceto e unitelo al composto. Distribuite l’impasto rosso dentro i pirottini. Infornare per 20 minuti a 175° in modalità ventilata. Preparare il cream cheese frosting: incidete la bacca di vaniglia e con la punta del coltello raccogliete il suo interno e mettetelo nella panna liquida. Montate il formaggio cremoso con lo zucchero a velo setacciato e aggiungete gradatamente la panna. Guarnite i cupcake raffreddati con il cheese cream frosting.

Che dite si può fare?

Io, magari inizio a preparare le tazzine ;)

Buona giornata…bellezze! ^^

CARAMELLE, POP CORN, LECCORNIE…QUESTA E’ LA FESTA A TEMA CIRCO!

 

INVITO CIRCO LAVORATOPassato Natale, Capodanno e  la Befana, potevamo forse noi, riposare e stare fermi qualche giorno?

Noooooooooooooo!

E allora, eccomi pronta a ripartire.

La richiesta questa volta è stata di organizzare una festicciola di compleanno di un …QUATTRENNE :) )

Tema scelto con la mamma …CIRCO!!! HAPPY CIRCUS.

Non poteva esserci festa più giocosa di così:  a partire dall’invito, che subito chiamava il tema della festa. Quindi abbiamo scelto il tendone del circo come logo dell’evento.

Volevo una stanza  coloratissima, come tutto l’allestimento  che abbiamo predisposto. E ci sono riuscita.

Coni colorati con dentro i salatini, mini coni di cialda,  questa volta senza il gelato che…brrrrr fà ancora un pò freddino,  bordati di cioccolata e codette colorate. Biscotti decorati con la pasta di zucchero e…

FOTO LAVORATA…gran finale: ooooooohhhhhhh  la torta a forma di tendone!

TORTA (2)

E poi via a giocare e ballare con tanta musica allegria.

Come sapete, usiamo congedare gli invitati che scelgono i nostri eventi, consigliando al festeggiato di consegnare un sacchettino di leccornie per il giorno dopo.

In questo caso, i nostri piccoli festeggianti,  sono tornati a casa con un bel biscotto da mangiare a merenda il giorno dopo, a forma di tendone del circo.

Carini vero?

BISCOTTI DA PORTARE VIAAllegria, colore, divertimento, hanno fatto si che anche questo piccolo compleanno per bimbi, sia riuscito alla grande.

Buon compleanno Andrea!

Piccoli cuccioli crescono…^^

 

 

…2014, FAI IL BRAVO. ANZI… IL BRAVISSIMO!

champagneBuonasera! E buon  2014 di salute, lavoro, abbondanza, allegria, colore, divertimento e …tutto ciò che più desiderate.

Io, che  mi sento ancora un pò Holly di Colazione da Tiffany, finisco le bolliccine che sfrigolano il naso. Roba del tipo che dopo canto la ninna – nanna al cane (che faccio già di mio normalmente o.o ). Ma ce la faccio.

Ieri il materasso ha tentato di sfrattarmi un paio di volte, ma non gli è riuscita l’opera in maniera soddisfacente…mentre oggi, sono qui.

:D

E’ stato un bel capodanno. Due feste organizzate, tanti ospiti, tanta allegria.

Questo il risultato:

123456789 TUTTI A TAVOLAPossiamo dire di essere soddisfatti,  che possiamo ancora crescere  e fare nuove cose, che mi frullano per la testa, per voi.

Sono certa che sarà un anno ricco di vostri eventi.

Ringrazio le ragazze, gli Chef ( e Mario, il nostro panetterie, che ci ha  fatto la sorpresa delle pizze della Befana tutte per noi ;) ) gli aiutanti che hanno collaborato alla buona riuscita della serata: senza di loro, niente sarebbe stato possibile.

E ora…iniziamo a vivere il nuovo anno, che SPERIAMO SIA BRAVO, ANZI …BRAVISSIMO!

IL PAND’ORO: LA RICETTA

pand'oro

3,2,1…ci siamo! Ancora 48 ore e facciamo il trenino…a me, giusto quello mi manca e poi ho fatto tutto. Oh, parbleu!!!

Sto preparando 2, dicosi DUE, capodanno Siori e Siore…venghino venghino che qui la colla a caldo e creatività non mancano…:)) quindi capirete bene, che se sono già badola normalmente, adesso sto dando il meglio di me. Ah si si, proprio brava…vabbhè, va.

Maaaa torniamo a noi.A gentile richiesta :) e se volete fare un CAPODANNO CON IL BOTTO, vi metto la ricetta del PAND’ORO (pane d’oro appunto). Si il pandoro quello bello dolcioso, delizioso, profumoso, morbidoso…così potete provare a falo a casa. Se domani comprate gli ingredienti e  iniziate subito, avete i tempi giusti per sfornarlo in tempo ( ci vogliono due giorni di lavoro) per il conto alla rovescia per il 2014. E poi si sà che chi …inforna delizie a Capodanno, le inforna tutto l’anno. E allora…pronti: mattarello, planetaria…viaaaaaaa…

Ingredienti (dose per due stampi da 750 gr)

635 gr di farina forte (farina 00 -380W – ed una manitoba da supermercato)*
250 gr di zucchero a velo
260 gr di burro
150 gr di panna fresca (35% di grassi)
190 gr di acqua
6 tuorli + 1 uovo intero (120 gr di tuorli + 65 gr di uova intere)
30 gr di burro di cacao
16 gr di lievito di birra fresco
11 gr di sale
5 gr di malto in polvere
2 bacche di vaniglia bourbon (oppure 1 bacca intera + due cucchiaini di estratto)

(Per chi usa la manitoba, abbiamo provato  a fare due impasti: una con una farina professionale e un’altra con una comunissima manitoba, giusto per vedere le differenze)

Il giorno prima:
La sera, preparate un preimpasto liquido, il poolish, mescolando 150gr di acqua con 75gr di farina, 6gr di lievito di birra e la polpa di mezza bacca di vaniglia. Trasferite in una ciotola, coprite con pellicola e riponete in frigorifero a 5° per 12 ore.

Il giorno della lavorazione:
La mattina presto: tirate fuori il poolish dal frigorifero e preparate un altro preimpasto,  che è più consistente. Si chiama biga. Sciogliete 10gr di lievito di birra in 40gr di acqua tiepida e aggiungete  5gr di malto in polvere. Mescolate  con 80gr di farina ed un tuorlo e impastate con le mani. Coprite con uno strofinaccio e un giro di pellicola e aspettate che raddoppi in volume.

Togliete dal frigo  80gr di burro. Prendete la planetaria e.mettete nella ciotola la biga lievitata, il poolish e 150gr di farina. Usate la frusta piatta. Cominciate a lavorare l’impasto a velocità 1, finché l’impasto non sarà elastico: (badate deve tendersi e non spezzarsi. Tipo chewingum per intenderci. Tecnicamente si chiama INCORDARE) aumentate  la velocità a 2, riportatelo a velocità a 1.

Quindi aggiungete in due tempi:

1 tuorlo seguito da 35gr di zucchero a velo. Mettete da parte l’albume e ritornate  a impastare a velocità 1.

un secondo tuorlo e altri 35gr di zucchero a velo, impastando ancora.

Montate il gancio, rivoltate l’impasto nella planetaria e avviate la macchina. Sempre a velocità 1.

Aumentate la velocità ed aggiungete  il burro morbido tagliato a cubetti, un pezzetto alla volta, ad intervalli di pochi minuti. Il burro deve essere morbido, altrimenti non si assorbe e rimane in sospensione.
Fate  impastate  per bene, fino ad ottenere un impasto molto elastico.

Coprite  la ciotola con uno strofinaccio (anche due)  e fate lievitare a 26° fino a raddoppio.

Preparate un’emulsione mettendo a bagnomaria 100gr di burro, 50gr di panna fresca, 30gr di burro di cacao e la polpa di metà bacca di vaniglia avanzata. Fate sciogliere lentamente mescolando con cura e metto da parte.

Tirate fuori dal frigo altri 80 gr di burro. Montate  nuovamente la frusta piatta e versate nella planetaria 100gr di panna fresca , l’albume superstite, 220gr di farina. Aggiungete l’impasto lievitato. Impastate  a velocità 2, riportate  la velocità a 1 ed aggiungete in ordine:

1 tuorlo con 11gr di sale, lasciate impastare.

2 tuorli con 55gr di farina e 90gr di zucchero a velo e lasciate impastare.

1 tuorlo con 55gr di farina e 90gr di zucchero a velo e lasciate impastare.

Diminuite la velocità a 1 e aggiungete l’emulsione tiepida un cucchiaio alla volta, facendo assorbire gradualmente.

Montate il gancio, aggiungete  il burro morbido a pezzetti, sempre poco alla volta, e la polpa di mezza bacca di vaniglia. Fate impastare rovesciando un paio di volte l’impasto, fino ad ottenere una consistenza liscia, gelatinosa e lucida. Fate riposare per mezz’oretta.

Passaggio necessario solo per l’impasto fatto con la farina manitoba:

dovete procedere facendo le cosiddette pieghe del secondo tipo, in questa maniera:

piega 2

si piega l’impasto verso il centro procedendo in senso orario, è importante stringere bene l’impasto al centro.

Lasciate riposare 15 minuti, spezzate  il panetto e pesatelo.

 Per uno stampo da kg occorrono 1,100 kg di impasto, in linea di massima si considera un 10% in più in peso rispetto alla capacità dello stampo.

Imburrate per benino lo stampo senza infarinare e fate cadere l’impasto sul fondo.
Mettete a lievitare a 26°, coperto con strofinacci, e aspettate che cresca fino al bordo.

A questo punto  trasferite l’impasto in frigorifero a 7°, fatelo riposare per un massimo di 15 ore; aspettate che ritorni morbido, rifate le pieghe del secondo tipo, lasciate riposare per quindici minuti e  fate lievitare nello  stampo.

Togliete  gli strofinacci  e lasciate  lievitare per un’altra mezz’oretta.

Nel frattempo preriscaldate  il forno a 180° e sistemate una teglia rettangolare sul ripiano più basso del forno.

Infornate il pandoro cuocendolo per 7-8 minuti a 180°, aspettate  che si gonfi un po’ e abbassate la temperatura a 170°, prolungando la cottura per 40 minuti circa.

 Fate la prova stecchino e lasciatelo  per circa un’oretta nello stampo. Capovolgete il dolce, lasciatelo  raffreddare completamente e copritelo con un sacchetto di plastica per alimenti bucato con uno spillo.

Al momento di servirlo  spolverateci 250 gr di zucchero a velo, mezzo baccello di vaniglia e 10 gr di burro di cacao tritati finemente nel mixer.

Che faccio, aspetto una fetta?

BOMBOLINI- INI-INI

bomboloniQuesti io li ho adorati.

Sono bomboloni dalle dimensioni piccole piccole: buoni, adatti per la colazione del mattino, e perchè no, come dolcino di fine pasto.

Lo so, lo so che siamo pieni che non ce la facciamo più…ma questi sono una bontà.

Salvatevi la ricetta, vi servirà quando avrete smaltito i panettoni ;)

INGREDIENTI: 500gr di farina -40 gr di lievito di birra- 1/2 l di latte tiepido- 60 gr di zucchero-4 tuorli-1 presa di sale- scorza di limone- 1 cucchiaio di rum- 1 bustina di lievito vanigliato-crema pasticcera

PROCEDIMENTO: versate la farina nella scodella e formate una fontana. Metteteci il lievito sbriciolato e mescolatelo con il latte tiepido, e un poco di zucchero. Coprite e lasciate lievitare in luogo caldo.Unite i rimanenti ingredienti al lievito e lavorate molto bene l’impasto. Fate lievitare nuovanente. Stendete la pasta in una sfoglia spessa 2,5 cm e con un bicchierino (è qui la novità: se ne usate uno di giusta dimensione, piccino,  verranno dei piccoli bijou) tagliate  dei dischi. Coprite e lasciate lieviatre ancora. Immergete i bomboloni capovolti in abbondante olio non troppo caldo, coprite per qualche minuto la padella, rivoltateli e friggeteli dall’altro lato. Tirateli su e metteteli a asciugare in un setaccio. Praticate nei bomboloni una piccola incisione e con una sac a poche, riempiteli di crema pasticcera.

Serviteli spolverizzati con dello zucchero…e pensatemi.

…non sono forse buonissimi?

 

 

ZUCCHERO, LIMONE E CRISTALLI DI ZUCCHERO

SONY DSCNon so…io ve lo posto e vi lascio la ricetta.

Se siete delle intrepide della frusta elettrica e le tonnellate di calorie ingurgitate in 24 ore vi hanno fatto un baffo…bhè…questa sarebbe la ricettina per la glassa del panettone.

Se avete ancora un posticino, nel pancino. :) )

INGREDIENTI: 400 gr di zucchero a velo – 1 limone – cristalli di zucchero

PREPARAZIONE: settacciate lo zucchero a velo in una ciotola. Filtrate il succo di limone, e versatelo a filo nella ciotola, con lo zucchero. Girate sino a quando lo zuchero è scioltoe avrete una glassa compatta. Se vi viene troppo liquida, aggiungete dello zucchero a velo.

Quindi, prendete il composto e versatelo sul panettone/pandoro, cospargete di cristalli di zucchero e lasciate rapprendere.

Buone dolcezze a tutti! :D

 

ROSSO, BIANCO, TORTORA…A TAVOLA ! BUON NATALE.

christmasEccoci: è arrivato.

Stamattina gran spacchettamento di regali, messaggi di auguri, mail…cucina in piena funzione…insomma la magia del Natale eccola qui. Tutta per noi.

Godetevi questa giornata con i vostri cari, ridete, siate positivi, allegri…sereni. Un giorno lungo un anno. Lo attendiamo così tanto.

Vi abbraccio e vi ringrazio.

La pagina FB sta crescendo. questo significa che vi piace. Ne sono felice. Significa che siamo riusciti a instaurare un bel rapporto e una bella collaborazione con tutti voi.

Passate una serena giornata.

Io, intanto preparo la tavola… ;)

mise  en place 1mise en place 2mise en place 3